Cerca...
TOP

RECENSIONE: Il magnifico Spilsbury (Jane Robins)

Il magnifico Spilsbury - Jane Robins - Einaudi
RECENSIONE: Il magnifico Spilsbury (Jane Robins)

Il magnifico Spilsbury ovvero gli omicidi delle vasche da bagno

Valutazione:
three-half-stars
Autore:
Pubblicato da:
Data uscita:
2011

Pagine:
278
Genere:
ISBN:
9788806205560
Acquista:

La trama

Bessie Mundy, Alice Burnham e Margaret Lofty sono tre donne che hanno una cosa in comune: sono zitelle e cercano disperatamente un marito. Ognuna di loro incontra uno sconosciuto dalla chiacchiera facile, rimane incantata dalle sue promesse e lo sposa. Ma per tutte e tre il matrimonio diventa presto un'esperienza letale. La nazione si rivolge a un giovane patologo forense, Bernard Spilsbury, per capire se dietro la morte di quelle giovani donne, che lì per lì sembrano annegate in seguito a un attacco epilettico, non si nasconda invece uno o più assassini. Dotato di un fortissimo carisma personale e di una fiducia nelle proprie conoscenze scientifiche che lo sosterranno nel corso di parecchi processi celebri, fino a farne un beniamino dei giornali dell'epoca, Spilsbury esegue le indagini con grande cura e, avvalendosi della pur scarsa tecnologia disponibile all'epoca, intuisce che le morti delle tre donne sono da attribuirsi a un unico colpevole. La Prima guerra mondiale è da poco iniziata, Londra è sotto la minaccia delle bombe degli Zeppelin, ma l'intera nazione è assorbita dal processo delle "Spose nelle vasche da bagno". Le storie di quegli omicidi riescono persino a scacciare l'orrore della guerra dalle prime pagine dei giornali: rappresentano un male ordinario e insidioso, che avviene in tranquille cittadine di mare, nel sereno svolgersi della vita coniugale, nell'intimità della casa....

 – Appassionante –

Il magnifico Spilsbury ovvero gli omicidi della vasca da bagno di Jane Robins (Einaudi) è un libro che mi ha fatto fare un tuffo nel passato. Da ragazzina infatti ero appassionata di storie di cronaca nera.  Sono anni ormai che ho abbandonato quel genere di letture eppure questo (complice anche la meravigliosa copertina) mi ha convinto e non sono minimamente pentita.

Il magnifico Spilsbury - Jane Robins - EinaudiIl magnifico Spilsbury non è un romanzo, oltre ad essere una storia vera, è l’appassionante racconto della nascita dell’affermazione della patologia forense.

I personaggi all’interno de Il magnifico Spilsbury sono realmente esistiti, a partire dalle tre povere vittime: Bessie Mundy, Alice Burnham e Margaret Lofty. Cosa hanno in comune? Sono signore insicure che sembrano destinate a rimanere zitelle… commettono tutte lo stesso errore: sposano un uomo all’apparenza premuroso ma dispotico che le metterà contro la propria famiglia e ruberà loro soldi e gioielli.

Ma in questo libro c’è molto di più, è la fotografia dell’Inghilterra del Novecento. Il magnifico Spilsbury  è un anatomopatologo che viene etichettato dalla stampa come Sherlock Holmes, chiamato come testimone ai processi per dare il suo parere scientifico, incarnerà quel ragionare analitico e rassicurante dell’investigatore uscito dalla penna di Conan Doyle. L’Europa è coinvolta nella Prima Guerra Mondiale e i casi di questi omicidi cominciano ad appassionare l’opinione pubblica.

Lo stile di Jane Robins è asciutto ma non per questo meno coinvolgente. Minuziosamente ripercorriamo i tratti di George Smith (il presunto omicida) e insieme all’ispettore Arthur Neil cominciamo ad indagare e a mettere insieme i pezzi dei casi, cinque anni dopo la morte dell’ultima vittima.

L’annegamento è una forma di omicidio piuttosto inconsueta, nella vita come nella letteratura. Forse perché si dà per scontato che sia difficile annegare qualcuno senza un minimo di lotta, ovvero senza che la vittima si agiti, cerchi di resistere. Una colluttazione richiama l’attenzione e aumenta le possibilità che la vittima sfugga all’assassino. È rischiosa. Ed è opinione diffusa che anche L’annegamento sia una faccenda complicata.

Neil si avvarrà dell’aiuto di questo anatomopatologo dalla lunga carriera. Esperimenti e supposizioni porteranno alla conferma della tesi di Neil: queste tre donne sono state uccise.

Non sono molti i colpi di scena in questo libro ma sono tantissimi gli spunti di riflessioni. Gli appassionati di CSI et similia non potranno non avere in libreria questo volume. Robins ripercorre infatti (proprio per farci comprendere al meglio il quadro storico nel quale ci muoviamo) anche i casi minori analizzati da Spilsbury e colleghi.

Il magnifico Spilsbury - Jane Robins - EinaudiUsi, costumi e scienza dell’Inghilterra moderna ma ancora non così tanto: non può non emergere un quadro contraddittorio e appassionante.

A metà del libro sono inserite anche delle fotografie che raffigurano i protagonisti. Uno strano effetto guardare negli occhi Bessie, Alice e Margaret.

A mano a mano che Robins ricostruisce il processo e ci fa leggere le testimonianze di parenti e persone che hanno incrociato le vite degli sposini, si fa in strada in noi un certo sospetto. Certo, stiamo facendo il tifo per la verità, George Smith non può essere uno sfortunato marito che perde tre mogli nello stesso modo…eppure le prove presentate da questa scienza forense non sembrano essere così solide come si credeva allora. Ma ciò che conta è che per la prima volta il principe del foro Marshall Hall, avvocato della difesa, viene messo in ombra di un instancabile medico… tanto basta alla giuria per decidere.

Robins non si ferma nemmeno di fronte agli ultimi giorni di vita dell’assassino, scoperchiando così dubbi e incertezze… e alla fine la domanda non può non sorgere spontanea: George era davvero colpevole?

Il magnifico Spilsbury è…

Appassionante. Qui non c’è niente di misterioso e niente ci fa restare con il fiato sospeso. Non dobbiamo indovinare l’assassino, non ci sono vite da salvare… eppure le pagine scorrono velocissime. L’autrice ci fa calare perfettamente nell’atmosfera dell’epoca e mostra i suoi meccanismi con tutti i limiti e le straordinarie innovazioni del caso.

Consigliato per chi vuole buttarsi in un’avventura diversa, i preziosi dettagli e le continue considerazioni vi guideranno, portandovi verso domande complesse e forse senza risposta. Nel dubbio, se il vostro neo sposo chiede una stanza d’albergo con la vasca da bagno, non fidatevi.

three-half-stars

Alcune note su Jane Robins

Jane Robins

Jane Robins, giornalista e scrittrice, vive a Londra.
Il suo romanzo Rebel Queen racconta la storia e gli adulteri di Carolina di Brunswick, moglie del re Giorgio IV. Per Einaudi ha pubblicato nel 2011 Il magnifico Spilsbury, ovvero Gli omicidi delle vasche da bagno.

«

»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segui @lalettricecontrocorrente