Tutti i nostri corpi - Georgi Gospodinov - Voland
FEATURED

 – Poesia – Tutti i nostri corpi Storie superbrevi di Georgi Gospodinov è una raccolta di racconti folgorante, ricchissima di sfumature, dall’ironia alla malinconia. Mi sono innamorata di Gospodinov leggendo E tutto divenne luna (LEGGI QUI la mia recensione) ma qui l’ho riscoperto sotto un’altra luce. Chi pensa che i racconti siano un genere minore,

Tre vivi tre morti - Ruska Jorjoliani - Voland
FEATURED

– Cerchio – Tre vivi, tre morti di Ruska Jorjolian (Voland) non è stata una lettura facilissima per me. Ho sicuramente sbagliato approccio e l’ho capito troppo tardi. Ho trascorso tre quarti del libro a chiedermi dove mi stesse trascinando l’autrice e invece avrei dovuto abbandonarmi alla corrente.  Infatti Tre vivi, tre morti non è

Noi diversi - Veselin Markovic - Voland edizioni - copertina
FEATURED

 – Elegante –  Noi diversi di Veselin Marković (Voland) è un racconto a due voci, commovente, raffinato, tormentato.  Non sarà facile parlare di questa storia senza rischiare di svelare troppo ma ci proverò.  Potrei dirvi che questo è il racconto di due persone fuori dal comune (per motivi completamente diversi)… eppure è anche la nostra

Sete - Amelie Nothomb - Voland copertina
FEATURED

Ormai credo lo sappiate tutti, Amélie Nothomb sta per tornare nelle librerie italiane con Sete (Voland Edizioni). Manca solo una manciata di ore prima di poter sfogliare il suo ultimo libro che uscirà ufficialmente giovedì 20 febbraio e che, come potete immaginare, non vedo l’ora di leggere. I miei lettori più assidui lo sanno: ho

Stupore e tremori - Amélie Nothomb - Voland
FEATURED

 – Sorpresa – Stupore e tremori di Amélie Nothomb  (Voland) è  un racconto autobiografico, una doccia fredda, un libro che mi ha lasciato sensazioni ambivalenti. Protagonista una giovane Amélie. Io non l’ho mai vista così, poco più che ventenne riesce a coronare il suo sogno: tornare a vivere in Giappone. Nothomb è una ragazza belga

Amélie Nothomb
FEATURED

Bizzarra, ironica, acuta. Non pensavo che avrei mai potuto apprezzare una scrittrice come Amélie Nothomb, con le sue sfumature noir, il suo umorismo e la brevità delle sue storie, troppo brevi per i miei gusti, ma sicuramente d’impatto. Eppure sono bastate poche pagine perché mi conquistasse. Ed è proprio per questo che mi ha fatto