Cerca...
TOP

RECENSIONE: Quando il mondo era giovane (Carmen Korn)

Quando il mondo era giovane - Carmen Korn - Fazi editore
RECENSIONE: Quando il mondo era giovane (Carmen Korn)

Quando il mondo era giovane

Valutazione:
three-stars
Autore:
Traduttore:
Pubblicato da:
Data uscita:
03/06/2021

Pagine:
650
Genere:
ISBN:
9791259670700
ASIN:
B094SPZQBD
Acquista:

La trama

Primo gennaio 1950: a Colonia, Amburgo e Sanremo si festeggia l’arrivo del nuovo decennio. Quello che si è appena concluso ha lasciato ferite profonde: nelle città, nelle menti e nei cuori. Gerda e suo marito Heinrich Aldenhoven vivono a Colonia, nella casa ereditata a Pauliplatz, insieme ai figli Ursula e Ulrich e alle cugine non sposate di Heinrich, che hanno perso il loro appartamento sotto i bombardamenti. Heinrich gestisce una galleria d’arte, ma gli affari al momento vanno male: in troppi non hanno più le pareti dove appendere i quadri. La situazione è difficile anche ad Amburgo, dove l’amica di Gerda, Elisabeth, e suo marito Kurt dormono nella stanzetta accanto alla cucina da quando hanno lasciato il letto alla figlia Nina e al nipotino Jan. Il bambino ha cinque anni e non ha mai incontrato il padre, Joachim, disperso in Russia da anni nonostante Nina continui a sperare nel suo ritorno. E infine c’è Margarethe, nata Aldenhoven, che si è trasferita da Colonia a Sanremo, dove ha sposato Bruno, figlio di una ricca famiglia di commercianti di fiori; la vita tra le bellezze della riviera ligure sembra spensierata, ma la presenza della suocera, matriarca misogina che gestisce il patrimonio di famiglia, è molto ingombrante... Ognuno festeggia il Capodanno a modo suo, ma il mattino seguente tutti si pongono le stesse domande: le ferite finalmente guariranno? Cosa riserva il futuro?Il primo capitolo della nuova saga in due volumi firmata Carmen Korn: un’emozionante storia corale, un decennio all’insegna della rinascita, tre famiglie a cui affezionarsi.
«L’hanno definita la Elena Ferrante della Germania, e non hanno avuto tutti i torti».Romana Petri, «iO Donna»
«Come nella Trilogia del secolo, anche in questa nuova saga Carmen Korn si conferma maestra nell’intessere storie di famiglia».«Stadtpost Offenbach»
«Carmen Korn ha un dono speciale: sa scrivere del quotidiano senza renderlo banale».«Gala»

 – Ottimismo –

Quando il mondo era giovane di Carmen Korn (Fazi Editore) è il primo capitolo di una saga familiare. Sì, dopo Figlie di una nuova era (LEGGI QUI la mia recensione) Korn scrive un altro  romanzo corale molto simile all’altra trilogia.

Quando il mondo era giovane - Carmen Korn - Fazi editoreDoppia premessa  doverosa: Figlie di una nuova era mi è piaciuto molto di più ma Quando il mondo era giovane resta una piacevole lettura che regala serenità e una buona compagnia.

L’ottimismo che si respira in queste pagine è davvero contagioso e alla fine si chiude il libro curiosi di scoprire cosa succederà più avanti.

Ci sono tanti personaggi, la mappa iniziale aiuta molto a fissare il quadro generale: ci sono tre ambientazioni diverse: Colonia, Amburgo e Sanremo.

Tutti i personaggi festeggiano l’arrivo del 1950, pronti per la rinascita dopo le devastazioni della Guerra. Hanno tutti sogni, ferite Heinrich, che è forse il mio personaggio preferito, vive a Colonia con la moglie Gerda. Dirige una galleria d’arte e no, i proventi non bastano per sfamare la famiglia.

Gerda scostò la tendina e il suo sguardo si posò sulla fontana di pietra che sorgeva proprio davanti alla casa di Pauliplatz. Era una visione familiare: un bimbo paffuto seduto su una sfera che si portava alle labbra un flauto di Pan. Le sembrava quasi di sentirne le note. Appariva però di un grigio spento, come se la pietra si fosse fatta più porosa. Eppure gli sconquassi della guerra, che avevano raso al suolo case e strade, non erano riusciti a far cadere lo strumento nelle mani del putto.

Ad Amburgo ci sono invece Elizabethj e Kurt anche se le vicende più appassionanti riguardano Nina. Suo marito Joachim non ha fatto ritorno dalla Guerra e Nina si ritrova sola a crescere un figlio con la speranza che il marito torni ridotta ai minimi termini.

Lo sguardo di Elizabeth andò ai due calici che erano ancora sul ripiano di ceramica accanto all’acquaio. Nina non aveva nemmeno voluto brindare con loro al nuovo anno, era corsa direttamente in camera, ansiosa di infilarsi nel letto col bambino e l’orsacchiotto.

Quando il mondo era giovane - Carmen Korn - Fazi editoreA Sanremo ci sono Margarethe (sorella di Henrich) e Bruno. Margharete si è trasferita in Liguria da Colonia per amore e deve fare i conti con le ingerenze e le angherie della suocera Agnese. Siparietti in cui sorridiamo ma diciamoci la verità, nessuno vorrebbe essere Margharete.

Insieme alla vita amorosa di Nina, le difficoltà economiche di Henrich e un mistero da scoprire che riguarda i quadri, c’è anche un dettagliato quadro storico. Korn descrive la Germania e l’Italia del dopoguerra, con questi personaggi che fanno i conti scomodi con i regimi appena caduti.

Quel ricordo ce lo porteremo dentro per sempre, Nina. Tutti quanti. Forse lo trasmetteremo anche ai nostri figli. Una volta mio padre mi parlò del grande terremoto di San Francisco del 1906. I cervi ne hanno trasmesso il ricordo alle generazioni successive e ancora oggi precipitano nel terrore ogni volta che la terra trema.

I continui cambi di scena rendono appassionante e sicuramente scorrevole Quando il mondo era giovane ma per chi ha letto la trilogia di Figlie di una nuova era, l’espediente è già stato visto e quindi scatta inevitabilmente il paragone (C’è anche un riferimento all’altra trilogia). E per me, come ho già scritto, vince l’altra, anche se sono curiosa di capire come evolveranno le vicende di questi personaggi.


Quando il mondo era giovane è…

Una ventata di ottimismo. Leggere Carmen Korn è sempre molto riposante. L’autrice è capace di trasportarti lontano e di farti distrarre per ore.

Non sono andata oltre alle tre stelle perché avrei preferito un romanzo un pochino più breve, per quanto interessante l’indagine sui quadri non è così avvincente e credo che un centinaio di pagine in meno avrebbero reso ancora più scorrevole.

E voi avete letto l’altra trilogia? Fatemi sapere quale vi è piaciuta di più!

Come vedete non ho parlato molto della trama,  non ci sono grossi colpi di scena, solo il piacere della scrittura e della conoscenza di queste persone che hanno voglia di rialzarsi e ricominciare.

Consigliato per gli amanti dei romanzi corali, storici e decisamente corposi!

three-stars

Alcune note su Carmen Korn

Carmen Korn

Nata a Düsseldorf nel 1952, è una scrittrice e giornalista che vive ad Amburgo con la sua famiglia. In questa trilogia dall’enorme successo racconta della sua città.

«

»

2 COMMENTI

  • Giulia

    Ho amato tantissimo la trilogia e mi sono fiondata su questo nuovo libro . Mi e` piaciuto e l`ho trovato scorrevole nella lettura. Curiosa per il secondo volume.

  • Federica

    Ho letto la trilogia e questo appena è stato pubblicato. Si sa la data di uscita del secondo volume?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui @lalettricecontrocorrente