Cerca...
TOP

I libri più belli del 2020

I libri più belli del 2020

Oggi con più di un anno di ritardo, vi parlo dei dieci libri più belli del 2020. Ovviamente si intende letti da me nel 2020 e quindi non necessariamente pubblicati quell’anno.Ha senso postare questo elenco nel 2022? Certo, perché i libri non scadono.  Tranquilli, arriverà anche la classifica del 2021, giuro! Alcuni di questi libri li avete già visti perché a meta del 2020 feci un bilancio.

Delitto e castigo di Fedor Dostoeskij

Delitto e castigo - Fëdor Dostoevskij - Garzanti

Delitto e castigo di Fëdor Dostoevskij (Garzanti)  è stata un’esperienza travolgente. Ho ritrovato la magia che mi aveva conquistato dieci anni prima con I Fratelli Karamazov, il nostro Fedor non delude mai (ACQUISTA QUI il libroLEGGI QUI la mia recensione).

I baffi di Emmanuel Carrère

I baffi - Emmanuel Carrere - Adelphi

I baffi di Emmanuel Carrère (Adelphi edizioni) è stata un’esperienza bellissima. Amo molto il Carrère romnaziere e questo romanzo, esplosivo e disturbante, è bellissimo (ACQUISTA QUI il libroLEGGI QUI la mia recensione).

Oblomov di Ivan Goncarvov

Oblomov - Ivan Goncarov - Einaudi

Oblomov di Ivan Goncarvov (Einaudi) è un libro che mi ha sconvolto. Leggerlo durante la pandemia  è stato straniante e la voglia di abbandonarsi a non fare niente per una volta,  è stata grande (ACQUISTA QUI il libroLEGGI QUI la mia recensione).

La città dei vivi di Nicola Lagioia

La città dei vivi - Nicola Lagioia - Einaudi

La città dei vivi di Nicola La Gioia (Einaudi editore) è un libro a metà tra il romanzo e l’inchiesta giornalistica. Un viaggio che forse non trova risposte ma ci spinge a farci una domanda: scomoda, irripetibile, insopportabile (ACQUISTA QUI il libroLEGGI QUI la mia recensione).

Eclissi di Ezio Sinigaglia

Eclissi - Ezio Sinigaglia - Nutrimenti

Eclissi di Ezio Sinigaglia (Nutrimenti) è un libro che mi ha stupito. Credo fortemente nel destino e so che non mi imbatto in nessuna storia per caso. Proprio quando Eugenio decide di partire in cerca di una domanda, si imbatte in me. O forse è il contrario? Una storia malinconia scritta da una penna raffinatissima (ACQUISTA QUI il libroLEGGI QUI la mia recensione).

Da duemila anni di Mihail Sebastian

Da duemila anni - Mihail Sebastian - Fazi Editore

Da duemila anni di Mihail Sebastian (Fazi editore) è una di quelle storie che non si dimenticano. Un racconto delicato e potente, sussurrato ma destinato a rimanere impresso. Una storia fatta di violenza, Guerra e amore (ACQUISTA QUI il libro LEGGI QUI la mia recensione).

Tutti i nostri corpi di Georgi Gospodinov

Tutti i nostri corpi - Georgi Gospodinov - Voland

Tutti i nostri corpi di Georgi Gospodinov (Voland) è una raccolta di racconti bellissima, intensa e folgorante. Centotre micro storie che fanno breccia: tra ironia, semplicità e malinconia. Non poteva certo mancare Gospodinov in questa classifica (ACQUISTA QUI il libroLEGGI QUI la mia recensione).

Tutto chiede salvezza di Daniele Mencarelli

Tutto chiede salvezza - Daniele Mencarelli - Mondadori

Tutto chiede salvezza di Daniele Mencarelli (Mondadori) è stata una conferma. Avendo amato La casa degli sguardi mi aspettavo un libro simile. E invece qui Mencarelli fa un salto maggiore: racconta la vita in un ospedale psichiatrico tra follia, amicizia e malinconia (ACQUISTA QUI il libroLEGGI QUI la mia recensione).

Sete di Amélie Nothomb

Sete - Amelie Nothomb - Voland edizioni

Nella mia lista non poteva mancare Sete  di Amelie Nothomb (Voland). Il libro che mi ha stregato, il libro che mi ha convinto che questa scrittrice è un genio. Nothomb immagina di essere Gesù ed è tutto così reale, intenso, indimenticabile (ACQUISTA QUI il libroLEGGI QUI la mia recensione).

Io non mi chiamo Miriam di Majgull Axelsson

Io non mi chiamo Miriam - Majgull Axelsson - Iperborea

Io non mi chiamo Miriam di Majgull Axelsson (Iperborea)  è una storia fatta di dolore e voglia di rinascita. L’autrice ripercorre la storia meno conosciuta dei campi di sterminio e fa luce sulle contraddizioni di una donna che ha pagato un prezzo altissimo per la libertà (ACQUISTA QUI il libro LEGGI QUI la mia recensione).

«

»

1 COMMENTO

  • Paola

    Come sempre ottimi spunti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui @lalettricecontrocorrente