Cerca...
TOP

I dieci libri più belli del 2021

I dieci libri più belli del 2021

In ritardo di sette mesi eccomi con I dieci libri più belli del 2021. D’altra parte ero così in ritardo su quelli del 2020 che ormai non vi stupite più di nulla! Come al solito sono libri molto distanti tra di loro e non sono in ordine di preferenza. Ci tengo anche a specificare che ci sono libri “fuori gara”, Morante batte tutti e di gran lunga! Ma anche Jourde, Carrère… insomma, godetevi la lista!

La storia di Elsa Morante

 

La storia di Elsa Morante (Einaudi editore) non ha certo bisogno di presentazioni, lo so. L’ho letto prima da sola e poi nel 2022 con le compagne de L’isola di Morante. Mi riprometto di trovare un po’ di tempo per scriverne e poi non lo faccio mai. C’è così tanto da dire su Useppe e… lo farò presto, promesso (ACQUISTA QUI il libro).

Menzogna e Sortilegio di Elsa Morante

Menzogna e sortilegio - Elsa Morante - Einaudi

Menzogna e sortilegio di Elsa Morante (Einaudi editore) è un libro incredibile e sono sincera, in questo elenco avrei messo tutto quello che ho letto di Morante ma non vorrei essere ripetitiva. Menzogna e sortilegio è il classico libro che una volta chiuso avresti voglia di ricominciare subito (LEGGI QUI la mia recensione – ACQUISTA QUI il libro).

Ada brucia di Anja Trevisan

Ada brucia storia di un amore minuscolo - Anja Trevisan - Effequ editore

Ada brucia di Anja Trevisan  (Effequ) è un libro incredibile che forse non si può raccontare ma solo leggere. Ricordo che la presentazione mi impressionò: una ragazza così giovane ha scritto un libro così sconvolgente… spero di poter leggere altro (LEGGI QUI la mia recensione – ACQUISTA QUI il libro).

Fisica della malinconia di Georgi Gospodinov

Fisica della malinconia - Georgi Gospodinov - Voland

Fisica della malinconia di Georgi Gospodinov (Voland) è un libro esperienza. Gospodinov mescola generi diversi e dà vita a un’opera unica che i malati di malinconia non potranno ignorare (LEGGI QUI la mia recensione – ACQUISTA QUI il libro).

L’ora e l’ombra di Pierre Jourde

L'ora e l'ombra - Pierre Jourde - Prehistorica editore

L’ora e l’ombra di Pierre Jourde (Prehistorica editore) è stato il mio primo incontro con P., come lo chiamo io. Avevo paura che quelle atmosfere proustiane mi avrebbero infastidito (Proust è unico) e invece l’autore è ammaliante, originale, superbo (LEGGI QUI la mia recensione – ACQUISTA QUI il libro).

La famiglia Karnowski di Israel J. Singer

La famiglia Karnowski - Israel J Singer - Adelphi

La famiglia Karnowski di Israel J. Singer (Adelphi edizioni) letto insieme alla compagne di viaggio di Saghe familiari controcorrente è stata la saga più bella letta in gruppo. Avvincente, angosciante, ipnotica (LEGGI QUI la mia recensione – ACQUISTA QUI il libro).

Un romanzo russo di Emmanuel Carrère

Un romanzo russo - Emmanuel Carrere - Adelphi

Un romanzo russo di Emmanuel Carrère  (Adelphi edizioni) è forse uno dei romanzi più criticati eppure io ho amato tutto: reportage, racconto erotico, autobiografia… tutti i generi mescolati. Episodi veri o finti ma che importa? (LEGGI QUI la mia recensione – ACQUISTA QUI il libro).

Blu di Giorgia Tribuiani

Blu - Giorgia Tribuiani - Fazi editore

Blu di Giorgia Tribuiani è un libro che dà sì voce al disturbo ossessivo compulsivo di Ginevra ma soprattutto dà voce al bisogno di essere amati, compresi, accettati. In realtà su questo titolo avrei molte cose da dire ma preferisco che a parlare sia la recensione   (LEGGI QUI la mia recensione – ACQUISTA QUI il libro).

La terza geografia  di Carmine Valentino Mosesso

La terza geografia - Carmine Valentino Mosesso - Neo edizioni

Spostandoci sul ramo della poesia  mi ha toccato molto la raccolta la Terza geografia di Carmine Valentino Mosesso (Neo edizioni). L’amore per la terra, l’attaccamento alla tradizione, quella malinconia che hanno tutti quelli che provengono dal paese (LEGGI QUI la mia recensione – ACQUISTA QUI il libro).

Autoritratto con pianoforte russo di Wolf Wondratschek

Autoritratto con pianoforte russo - Wolf Wondratchek - Voland

Autoritratto con pianoforte russo di Wolf Wondratschek  (Voland) ha uno degli incipit più belli che abbia mai letto e il racconto frammentato e dal sapore onirico mi ha conquistato (LEGGI QUI la mia recensione – ACQUISTA QUI il libro).

 

«

»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui @lalettricecontrocorrente