Cerca...
TOP

RECENSONE: Tony Nessuno (Andrès Montero)

Tony nessuno - Andrés Montero - Edicola editore 01
RECENSONE: Tony Nessuno (Andrès Montero)

Tony Nessuno

Valutazione:
three-half-stars
Autore:
Traduttore:
Pubblicato da:
Data uscita:
06/05/2018

Pagine:
168
Genere:
ISBN:
8899538387
ASIN:
B07DCHWWDD
Acquista:

La trama

Vincitore del Premio Iberoamericano de Novela Elena Poniatowska 2017
La vita del Grande Circo Garmendia, che a dispetto del nome non è altro che un misero e polveroso baraccone di provincia, viene rivoluzionata dall’arrivo di un misterioso arabo che lascia in dono al capofamiglia due libri antichi e uno strano bambino senza nome. Saranno proprio quei libri, niente meno che Le mille e una notte, a cambiare per sempre le sorti del circo, da quando la trapezista Javiera – trasformatasi in una novella Shahrazàd – inizierà a incantare il pubblico con i suoi racconti dal sapore leggendario. Dopo anni di sacrifici, gli spalti del Grande Circo Garmendia tornano a riempirsi, la voce si sparge di città in città, e la compagnia torna ad assaporare una gloria che credeva persa per sempre. Quello che Javiera ancora non sa è che insieme al successo i libri porteranno nel suo destino anche i tragici riflessi di una maledizione antica.

 – Specchi –

Tony Nessuno di Andrès Montero (Edicola edizioni) è un libro molto particolare. Questo è anche il primo volume che leggo di questa casa editrice, l’ho trovato nel pacco sorpresa che ho acquistato da Book Morning a Genova e le ragazze della libreria hanno fatto una scelta azzeccatissima.

Tony nessuno - Andrés Montero - Edicola editore 01Tony Nessuno è una favola malinconica e oscura. Montero, scrittore cileno di cui non avevo mai letto nulla, ci mostra l’altra faccia del circo. Sorrisi e spettacoli lasciano il posto alla durezza della vita, la fatica di montare e smontare il tendone, la difficoltà di trovare da mangiare. Abusi, sofferenze, emarginazione sono alcuni dei lati oscuri del circo ma Montero riesce a mostrarci anche la bellezza.

La nostra protagonista è Javiera una ragazza che fa la trapezista nel grande circo Garmendia, dove purtroppo le difficoltà non mancano.  Il circo è in declino e questa grande famiglia cerca come può di risollevarsi. Il capofamiglia è anziano e senza eredi. Cosa ne sarà del Garmendia?

La svolta arriva quasi per caso, Javiera si fa male e non può più esibirsi. Decide così di imparare a memoria le storie de Le mille e una notte per raccontarle di fronte al pubblico. Quei due volumi antichi e consumati erano stati donati al circo Garmendia anni prima. Un arabo li aveva lasciati in cambio di un favore: se il circo si fosse occupato per qualche ora del suo bambino lui avrebbe regalato i libri. Javiera che sapeva a malapena leggere, si è innamorata all’istante di quei volumi e anni dopo cambieranno la sua vita.

Io ero Shahrazàd e nient’altro. La persona che rappresentavo fuori dal circo era un frattanto: era l’illusione che permetteva l’esistenza della verità. L’unico luogo possibile e immaginabile era il circo. Solo dentro il tendone si parlava della vita e della morte. Fuori dal tendone, la cosa importante era semplicemente sopravvivere.

L’arabo non tornò mai al circo e lasciò il bambino, Tony Nessuno al Garmendia. Un piccolo di tre anni dall’aria sera e concentrata:

Avevo notato i suoi occhi assorti nelle mie acrobazie, nelle mie mani sicure, nel vestito brillante che sfavillava davanti ai suoi occhi muti di fronte al mio volo, al mio corpo sospeso nell’aria, al mio corpo sospeso nel tempo.

Tony nessuno - Andrés Montero - Edicola editore 01Con il passare degli anni cambierà anche il rapporto tra Javiera e Tony Nessuno e Mantero sarà bravissimo a ribaltare continuamente illusione e realtà. Il circo diventa teatro del mondo reale e l’illusione è quella fuori dal tendone.

Con una tensione crescente e una sottile inquietudine, Mantero ci conduce di città in città, facendoci ascoltare questa ragazza che impersonifica Shahrazàd, la sposa del re pronta a raccontare centinaia, migliaia di storie pur di non farsi uccidere.

Ma non si può fuggire dal proprio destino.


Tony Nessuno è…

Un gioco di specchi. Fantasia e realtà si mescolano fino a farci perdere la bussola. Non pensavo che un libro così breve (poco più di centosessanta pagine in un formato decisamente piccolo) potessero contenere così tanto.

Ci sono amori, dolori, convinzioni… Una favola che stupisce e lascia con l’amaro in bocca. Non vi voglio dire altro sulla storia così cruda e così vera. C’è una maledizione, c’è un amore e c’è un finale incredibile. Vi basti sapere questo.

Consigliato per chi cerca una lettura di evasione ma al tempo stesso di spessore. Per un paio d’ore sarete solo in compagnia del circo e delle Mille e una notte.

 

three-half-stars

Alcune note su Andrés Montero

Andrés Montero

Andrés Montero (Santiago de Chile, 1990) è uno scrittore e cantastorie cileno. Fondatore della compagnia teatrale La Matrioska, organizza laboratori di lettura scenica e narrazione orale in Cile, Argentina, Perù, Bolivia, Paraguay, Uruguay, Brasile, Colombia, Messico e Stati Uniti. È autore dei libri di racconti La inútil perfección y otros cuentos sepiosos (LOM, 2012), Narrando nuestra memoria: cuentacuentos de Yungay y La Victoria (Al Aire Libro Editora, 2014), e del libro per ragazzi Alguien toca la puerta. Leyendas chilenas (SM, 2016).

Tony Nessuno (La Pollera Ediciones, 2016) è il suo primo romanzo, di recente vincitore del Premio Iberoamericano de Novela Elena Poniatowska 2017, e la sua prima opera tradotta in italiano.

«

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segui @lalettricecontrocorrente