Cerca...
TOP

RECENSIONE: Romanzo rosa (Stefania Bertola)

Romanzo Rosa - Stefania Bertola - Einaudi
RECENSIONE: Romanzo rosa (Stefania Bertola)

Romanzo rosa

Valutazione:
three-stars
Autore:
Pubblicato da:
Data uscita:
2012

Pagine:
201
Genere:
ISBN:
9788806209780
ASIN:
B007W9AZRK
Acquista:

La trama

Olimpia fa la bibliotecaria, è un'amante del cappuccino al bar, e la vera passione - la passione che tutto travolge - l'ha provata solo per tre giorni, nel 1977. Paola è avvocato, si è lasciata un matrimonio alle spalle e indossa vistosi giubbotti da aviatore. Nicola, invece, è un tipo che non si fa notare: brunetto, sui trenta, è anche carino, ma bisogna guardarlo sette o otto volte per accorgersi di lui. Manuela, poi, ha quarant'anni ed è disoccupata, ma investe i cento euro di un Gratta e Vinci per partecipare al corso in cui tutti questi personaggi s'incrociano: Come scrivere un romanzo rosa in una settimana, che Leonora Forneris, insegnante spinosa e scrittrice di fama, tiene al Circolo dei Lettori. Con la ricetta giusta e i trucchi del mestiere per confezionare, lezione dopo lezione, pagina dopo pagina, giorno per giorno, un Melody di sicuro successo. Tra passioni di carta e flirt reali, marmellate alle arance amare e misteriose limousine, uomini che amano i cani e donne che amano i gatti, Stefania Bertola ci trasporta con ironia e intelligenza in un universo dalle tinte pastello, creando un romanzo che sa di rosa. In ogni senso.

 – Divertente –

Romanzo rosa di Stefania Bertola (Einaudi) è stato il libro giusto al momento giusto. Era un periodo difficile con le letture: ogni romanzo che cominciavo non mi convinceva o peggio, mi annoiava.

Romanzo Rosa - Stefania Bertola - EinaudiHo capito che era arrivato il momento di dare un taglio alle letture pesanti (che tanto amo) per focalizzarmi su qualcosa di diverso.

Romanzo rosa è stato una bella scoperta: ho sorriso in moltissime pagine e soprattutto mi ha fatto tornare la voglia di leggere. Leggero, non vuol dire sciocco.

Olimpia è la nostra protagonista: donna sola sulla sessantina che per vivere fa la bibliotecaria mentre coltiva un sogno: scrivere un romanzo rosa. E sarà attorno a questa impresa che ruoterà tutto il romanzo.

Come scrivere un romanzo rosa in una settimana, si chiama così il corso tenuto da una bizzarra, quanto famosa, scrittrice di Melody Leonora Forneris. Sarà lei ad insegnare agli aspiranti scrittori le mosse giuste per scrivere una storia d’amore che possa piacere al grande pubblico.

Ed è qui che inizia il vero e proprio divertimento tra le battute del corso e le dispense per costruire capitolo per capitolo questi melody scontati, banali e a tratti ridicoli:

Lui e lei devono incontrarsi immediatamente. E per immediatamente non intendo nel primo capitolo.
E non intendo nelle prime pagine. Intendo nella prima pagina. La lettrice di Melody non è lí a spanare la meliga. La lettrice di Melody è lí perché vuole romanticismo e passione, e li vuole subito.
Niente creare l’ambiente, niente ingenerare aspettativa. Se sono l’ambiente e l’aspettativa che vi interessano, diventate autori intellettuali. Se invece volete diventare autori Melody, lei deve ansimare scossa dopo una decina di righe.

Olimpia è la classica studentessa precisa e puntuale: sarà una delle poche a consegnare sempre in tempo i capitoli scritti. E così tra minestroni scongelati e rumori di gatti in sottofondo Olimpia si concentra sul suo Mac e immagina le vite di due protagonisti belli e stereotipati.

Romanzo Rosa - Stefania Bertola - EinaudiAl centro del loro incontro una marmellata scaduta e una misteriosa maledizione: in mezzo fremiti, pulsioni mal celate, intrighi e tradimenti!

Nel frattempo però la vita reale non si interrompe e i compagni di corso di Olimpia danno vita ad episodi che seguiamo con più o meno interesse: nessun personaggio in questa Torino che va di fretta viene particolarmente approfondito.

A ben vedere nemmeno della protagonista conosciamo molte cose: sappiamo soltanto che le piace impicciarsi dei fatti altri e che ha chiuso con l’amore negli anni Settanta.

Bertola con ironia e un pizzico di ferocia, smaschera tutti i luoghi comuni sui romanzi rosa, sugli Harmony e sui lettori.

Leonora è insopportabile: con astuzia è riuscita a “mettere nel sacco” migliaia di lettori: più la storia è banale più lettori conquisterà e questi aspiranti scrittori (che a loro volta hanno scelto un sottogenere del rosa) proveranno a fare la stessa cosa ma per diletto e con ingenuità cercheranno soprannomi improbabili e nomi altrettanto bizzarri per i loro protagonisti che rigorosamente non sono italiani. Tra giri di parole per descrivere gli amplessi e ostacoli bizzarri, i nostri studenti arriveranno, verrebbe da dire a sorpresa, alla fine del corso.


Romanzo rosa è…

Divertente, frizzante e ironico. Romanzo rosa è il classico libro che fa lasciare i problemi fuori dalle pagine, e scusate se è poco. Tra cartelline colorate e borse glitterate Leonora regala perle e dispense agli studenti facendoci sorridere e anche arrabbiare.

Non pensavo che potesse piacermi un romanzo così e invece è stata una boccata di ossigeno e non smetterò di consigliarlo a chi si sente bloccato come lo ero io.

Pronti ad entrare nel fantastico mondo degli Harmony? ehm, volevo dire Melody!

Consigliato per chi vuole rilassarsi, divertirsi e ridere un po’. Questo libro è una coccola.

three-stars

Alcune note su Stefania Bertola

stefania bertola

Stefania Bertola ha pubblicato: Luna di Luxor (Longanesi 1989, Salani 2013, Tea 2015), Se mi lasci fa male (Sperling & Kupfer 1997, Salani 2007, Tea 2009), Ne parliamo a cena (Salani 1999, Tea 2005), Aspirapolvere di stelle (Salani 2002, Tea 2004 e 2006), Biscotti e sospetti (Salani 2004, Tea 2006), A neve ferma(Salani 2006, Tea 2008), La soavissima discordia dell’amore (Salani 2009, Tea 2011), il libro per ragazzi Solo Flora (Feltrinelli 2016). Per Einaudi ha pubblicato Il primo miracolo di George Harrison (2010), Romanzo rosa (2012 e 2020), Ragazze mancine (2013 e 2014), Ragione & sentimento (2017 e 2018) e Divino amore (2019) e Via delle Magnolie 11 (2020). È inoltre traduttrice, sceneggiatrice e autrice radiofonica.

«

»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui @lalettricecontrocorrente