Cerca...
TOP

Le mie letture di febbraio 2021

Le mie letture di febbraio 2021

Febbraio è stato un mese un po’ così: ho letto abbastanza (salvo l’ultima settimana) ma non ho tratto grande soddisfazione. Avevo tante preoccupazioni e la concentrazione non c’era. Appena prendevo un libro in mano cominciavo a pensare ad atro… speriamo passi. La lettura più bella del mese resta però Fisica della malinconia insieme a Il mare non bagna Napoli.

Il mare non bagna Napoli di Anna Maria Ortese

Il mare non bagna Napoli di Anna Maria Ortese (Adelphi) è stata un’esperienza molto intesa. Benissimo la prima parte, decisamente più fatica nella seconda me il giudizio su questa scrittrice (che avevo scoperto con Il porto di Toledo abbandonato) è più che positivo (ACQUISTA QUI il libro).

Fisica della malinconia di Georgi Gospodinov

Fisica della malinconia - Georgi Gospodinov - Voland

Fisica della malinconia di Georgi Gospodinov (Voland) è già diventato uno dei miei libri preferiti. Non è un romanzo, non è un racconto, non sono frammenti… impossibile definirlo, impossibile non amarlo (LEGGI QUI la mia recensioneACQUISTA QUI il libro).

Ma restiamo con i piedi per terra di Andrea Masciaga

Ma restiamo con i piedi per terra - Andrea Masciaga - Rizzoli
Ma restiamo con i piedi per terra di Andrea Masciaga (Rizzoli) è il libro perfetto per gli amanti del calcio, quello vero. Il calcio che sa di polvere, fango e sofferenza. Cosa ci trovi nel calcio? Ecco, questo libro è la risposta (LEGGI QUI la mia recensioneACQUISTA QUI il libro).

La morte del padre di Karl Ove Knausgård 

la morte del padre di La morte del padre di Karl Ove Knausgård 
La morte del padre di Karl Ove Knausgård  (Feltrinelli) è un libro acquistato appena uscito e poi lo ammetto: dimenticato.  Quest’uomo ha scritto La mia battaglia. Ha raccolto in migliaia di pagine la sua vita e l’ha raccontata al mondo. Magnetico, imprevedibile e malinconico (ACQUISTA QUI il libro).

Il giardino dei ciliegi di Anton Čechov

Il giardino dei ciliegi di Anton Čechov è un’opera teatrale famosissima. Non sono sicura di aver compreso appieno la portata dell’opera e ho intenzione di rifletterci ancora un po’ prima di parlarvene (ACQUISTA QUI il libro).

I Melrose di Edward St. Aubyn

Leggere I Melrose di Edward St. Aubyn (Neri Pozza)  è stato faticoso.   Finalmente abbiamo terminato un libro cominciato a gennaio.La compagnia di questa famiglia disfunzionale non è stata piacevole ma quella del mio gruppo di lettura sì! (LEGGI QUI il mio articolo – ACQUISTA QUI il libro).

Gli aerostati di Amélie Nothomb

Gli aerostati di Amélie Nothomb

Gli aerostati di Amélie Nothomb (Voland) è il libro che sono riuscita a finire in un paio d’ore. La terapia giusta dopo giorni in cui pochi libri mi davano soddisfazione. Certo, paragonato a Sete questo è molto diverso ma Amélie riesce sempre a stupire. Come faccia, rimane un mistero (ACQUISTA QUI il libro).


«

»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Segui @lalettricecontrocorrente