La figlia femmina di Anna Giurickovic Dato
FEATURED

 – Straziante –  La figlia femmina di Anna Giurickovic Dato è un po’ un pugno nello stomaco. L’ho letto praticamente d’un fiato, non riuscivo a staccarmi da queste pagine che mi hanno suscitato emozioni discordanti. Il libro è ambientato tra Rabat e Roma. Maria è la figlia di Silvia e Giorgio. Quest’ultimo è un diplomatico  trasferitosi

Un-innocenza pericolosa
FEATURED

– Rivelatore –  Mi sono innamorata di Elizabeth Jane Howard subito. E’ stato un colpo di fulmine. Ho scoperto per caso Gli anni della Leggerezza in libreria quando ancora nessuno sapeva cosa fosse “La saga dei Cazalet”. Inutile dire che ho divorato quel libro e nell’attesa dei volumi successivi che cosa avrei potuto fare? Ovviamente cercare

butcher-s-crossing
FEATURED

 – Enigmatico –  Butcher’s crossing  di John Edward Williams, è per me enigmatico. Non penso che lo sia in senso assoluto, ma per me lo è stato. Mi sono piaciuti tanti passaggi, altrettanti li ho trovati ostici e…enigmatici. E’ il romanzo d’esordio di Williams e non si può avvicinarsi con l’aspettativa di  trovare un altro

RECENSIONE: Il Giardino di Elizabeth (Elizabeth Von Arnim)
FEATURED

– Profondo – Il giardino di Elizabeth ha qualcosa di onirico. È il racconto di una donna che si allontana dalla città ed improvvisamente scopre l’amore per la solitudine, per l’aria aperta e soprattutto per il suo amato giardino. Io sono sempre felice (all’aria aperta, ovviamente, poiché in casa mi opprimono la servitù e tutti

Nulla-solo-la-notte-John-Williams
FEATURED

– Toccante – Ammetto che nei confronti di John Williams avevo un pregiudizio. Avendo letto, amato e sottolineato fino all’inverosimile Stoner, leggendo Nulla, solo la notte, mi aspettavo qualcosa di simile. Simile perché, essendomi innamorata di Williams e avendo letto anche la sua biografia, sapevo che nessuna opera è paragonabile a quella che racconta la

il mio nemico mortale
FEATURED

– Indimenticabile – “Il mio nemico mortale” è come un tormentone estivo, ci sono frasi che, una volta lette,  non usciranno più dalla tua testa. Solo 90 pagine ma talmente intese da avere l’effetto di un lungo romanzo. Difficile riemergere da quell’atmosfera una volta terminato. Sotto la lente d’ingrandimento c’è l’amore in centinaia di sfumature