Cerca...
TOP

RECENSIONE: Tutti i soldi di Almudena Gomez (Valentina Di Cesare)

Tutti i soldi di Almudena Gomez - Valentina di Cesare - Polidoro editore
RECENSIONE: Tutti i soldi di Almudena Gomez (Valentina Di Cesare)

Tutti i soldi di Almudena Gomez

Valutazione:
three-stars
Autore:
Pubblicato da:
Data uscita:
25/01/2022

Pagine:
224
Genere:
ISBN:
9788885737600
ASIN:
B09QMGNVPW
Acquista:

La trama

Quando Almudena Gomez lasciò il suo paese, ebbe poche e precise indicazioni: mostrarsi serena, dare l'impressione di partire per un viaggio di piacere e, soprattutto, non piangere. In Italia, dopo aver trascorso un paio d'anni svolgendo lavori di fortuna, Almudena viene accolta come badante in casa della signora Cols. Qui inizia per la donna sudamericana una lunga esperienza lavorativa e d'amicizia con l'anziana signora che preferisce coltivare il legame con lei a discapito dei propri figli, anaffettivi e interessati. L'affetto tra le due donne suscita scalpore e perplessità che si intensificano alla morte della signora, a causa di una postilla del suo testamento e per l'avarizia dei figli che vorrebbero mettere mano sull'intera eredità.

– Silenzio –

Tutti i soldi di Almudena Gomez di Valentina Di Cesare (Polidoro) è un libro che mi ha spiazzato. Malinconico e ironico è la storia di Almudena, ma è anche un racconto di famiglie con gelosie, ingiustizie e colpi di scena.

Tutti i soldi di Almudena Gomez - Valentina di Cesare - Polidoro editoreQuando Polidoro mi ha proposto la lettura mi sono fidata e sono contenta di aver conosciuto una penna così particolare come quella di Di Cesare. Se la storia è un po’ lontana dal mio genere non posso dire lo stesso per lo stile dell’autrice.

Almudena si prende cura di una donna anziana. Le due non potrebbero essere più diverse eppure sono vicine. Condividono un’intimità obbligata, necessaria ma che sfocia nell’amicizia più profonda.  Quindici sono gli anni che le due donne hanno trascorso insieme. La signora Cols, ormai allettata, continua ad avere una passione per il gioco, un rito che solo loro due condividono: quello del gratta e vinci. E questa cosa mi ha fatto molto sorridere perché io, che non gioco mai, ogni volta che andavo in trasferta con gli amici acquistavo un gratta e vinci con loro. No, non abbiamo mai vinto cifre vertiginose.

Almudena è una donna schiva, sempre in silenzio, fragile eppure forte. La signora Cols è più esuberante e riesce a strapparci un sorriso in più di un’occasione.

Come una siepe che nasconde e ravviva un freddo muro di cemento, Almudena si era eclissata dentro di sé, mettendosi all’angolino, con la determinazione di rimanere taciturna. I ricordi, in genere, non la tormentavano, piuttosto erano i suoi più fedeli compagni, le donavano la certezza che in passato aveva potuto controllare il proprio tempo. Se dell’esistenza aveva compreso qualcosa era proprio grazie alla memoria.

Tutti i soldi di Almudena Gomez - Valentina di Cesare - Polidoro editoreConosciamo davvero che le persone che frequentiamo? La risposta è scontata: no. Il rapporto tra le due donne sincero e profondo desta molte perplessità in famiglia, soprattutto a causa di una voce nel testamento della signora Cols. Valentina Di Cesare mette in scena il quotidiano fatto di tenerezza ma anche fastidio. La vita che piano piano abbandona l’anziana, il silenzio che imprigiona e rivela la badante… la malinconia è persistente ma mai amara. Entrambe le protagoniste si rivelano per quello che sono: sole e con nulla da perdere. Una ha già vissuto tutto, l’altra è lontana da affetti e dal paese di origine.

Tutti i soldi di Almudena Gomez si legge velocemente complice lo stile leggero e frizzante dell’autrice che dà vista a situazioni vivaci e curiose.

Non ti fidare mai completamente di nessuno, in particolare quando si tratta di soldi. Recita, accertati di saperlo fare mi raccomando, e distaccati dal pensiero sciocco dell’essere te stessa perché non ha senso, Almudena cara. In mezzo agli uomini e alle donne solo il silenzio è la parola migliore. Fingi sempre di non aver capito quando qualcuno ti mente anche per una sciocchezza, quando chi ti parla è convinto di poterti imbastire la sua tela, tu stattene lì senza fiatare e incamera, ascolta, nulla è più forte del silenzio, è la migliore imboscata che tu possa fare a chiunque, l’unica e infallibile. Le parole, quelle vere, quelle che prendi dai tuoi fondali più lontani, se tanto ci tieni a dirle, usale per pregare chi ti manca, per chiedergli aiuto quando hai paura di non farcela ma per il resto tieni tutto per te. Non sprecarti in confessioni o in accuse, accumula, sequestra i discorsi degli altri e portateli dietro, non vi è mai stato un tempo adatto per chi parlava, figurati ora che parlano tutti!».
E in casi come questi era impensabile rispondere.


Tutti i soldi di Almudena Gomez è…

Silenzio. Con il suo silenzio Almudena racconta una storia fatta di fragilità, sofferenza ma anche riscatto. Mi è piaciuta l’idea dell’amicizia tra due donne così diverse eppure così simili nella sostanza.

Per qualche tempo nessuno aveva saputo la verità, e la verità è quella cosa che tutti vogliono sapere ma che pochi riescono a dire, perché dirla significa, il più delle volte, restare soli»

Allora perché non sei andata oltre alle tre stelle? Perché la penna mi piaceva più della storia che non mi ha rapito.

Consigliato per chi è in cerca di una storia che parla di legami, solitudine, in maniera leggera, aggraziata, ammaliante.

three-stars

Alcune note su Valentina Di Cesare

 

Valentina Di Cesare è nata a Sulmona ed è cresciuta a Castel di Ieri, in provincia dell’Aquila. Insegnante di lettere alle scuole medie e giornalista culturale, nel 2014 ha pubblicato il suo primo romanzo Marta la sarta (edito da Tabula Fati) mentre nel 2017 è uscito per Urban Apnea Edizioni  il racconto lungo Le strane combinazioni che fa il tempo.

«

»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui @lalettricecontrocorrente