Cinque libri che vorrei leggere nel 2019

Siamo a marzo e forse io sono un po’ in ritardo con i buoni propositi per il 2019. Oggi vi parlo di cinque libri che ho intenzione di leggere quest’anno. Durante questi mesi cambierò spessissimo idea, sarà divertente alla fine dell’anno controllare se ho letto davvero questi libri!

Una giornata di Ivan Denisovič

Non farò la spiritosa perchè so che vi ho parlato di Aleksandr Solženicyn fino alla nausea ma… io ho bisogno di leggere tutto, compreso Una giornata di Ivan Denisovič Einaudi (QUI la trama).

Ho amato Nel primo cerchio (Recensione QUI) e Divisione Cancro (Recensione QUI).

Nel caso non mi riconoscessi

Nel caso non mi riconoscessi di Francesca Capossele (Playground Fandango) è uno dei libri che aspettavo con ansia. Ero rimasta colpita da Capossele in 1972 e so che questo libro non mi deluderà (QUI la trama).

1972 è un libro troppo particolare per non essere ricordato (Recensione QUI).

Memorie di una interprete di guerra

Ci sono libri che sentiamo di amare anche se non li abbiamo ancora letti. Ecco, uno degli obiettivi del 2019 è leggere Memorie di una interprete di guerra (QUI la trama).

Lizzie

Ho voglia di leggere Lizzie di Shirley Jackson (Adelphi) e rimando da troppo tempo ormai.  Mi affascina il tema e mi dispiace non aver ancora letto nulla di suo. (QUI la trama).

Il lago

Il lago di Bianca Bellová (Miraggi Edizioni) è uno dei preziosissimi consigli della comunità di Billy, anche questa volta accolgo con entusiasmo fidandomi ciecamente! (QUI la trama).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *