Cerca...
TOP

I cinque luoghi in cui adoro leggere

Cinque cose che…

Buon venerdì lettori! Oggi sono doppiamente contenta, non solo  perchè  è venerdì, ma da oggi sono ufficialmente in ferie. Torna l’appuntamento  settimanale con la rubrica Cinque cose che.. ideata da Twins Books Lovers.      

Questa settimana tocca ai cinque luoghi in cui adoro leggere. Non è stata una sfida facilissima  perchè leggo quasi sempre a casa e allora ho fatto una piccola variazione…ho indicato anche alcuni luoghi della casa in cui adoro leggere.

Parco Comunale

In questo meraviglioso parco, dal quale si vede un panorama mozzafiato, c’è anche una bellissima biblioteca che si affaccia sul mare. Io però, preferisco la panchina, quella centrale, quella su cui batte sempre il sole. Specialmente d’autunno e durante l’inverno, è uno dei miei posti preferiti. Il sole scalda così tanto che si può leggere senza giacca, accompagnati dal rumore della felicità: quello del mare.

Il mio letto

Mi piace svegliarmi presto e dedicare almeno una mezz’ora, quando posso, alla lettura. Riesco così a cominciare la giornata lavorativa con la mente leggera e i nervi distesi.  Adoro, ancora ora che sono adulta, leggere un libro di favole prima di chiudere gli occhi. I racconti mi portano lontano e forse tengono lontani gli incubi.

 

Il terrazzo

Sono meteoroparica quindi, la luce del sole è importantissima. Sin da bambina il terrazzo è stato uno dei luoghi preferiti della casa. Volevo mangiare, leggere e studiare lì. Lo faccio ancora e quando c’è il sole mi asciugo i capelli così, con un buon libro in mano.

 

Casa del mio ragazzo

 

Precisamente il divano a casa del mio ragazzo è uno dei miei posti preferiti. E’ lì che nell’ultimo anno ho terminato un sacco di libri. Non so dire perchè ma sul divano di casa mia non leggo mai niente, nemmeno il giornale!

Al lavoro

Dopo questa rivelazione verrò licenziata. In quelle rare pause pranzo che ho trascorso in redazione mi sono sempre portata un libro. A volte, se arrivo molto presto, mi concedo la lettura di un paio di pagine per allontanare lo stress. Ma anche quando mi capita di lavorare a casa, mi piace staccare gli occhi dal computer leggendo un capitolo, o qualche pagina. E’ la pausa lavoro più bella del mondo!

 

«

»

13 COMMENTI

  • Virginia

    Sul divano di Matte mentre lui ti serve da bere sarebbe il top!
    Un bacione

  • Non abbiamo niente in comune ma anche i tuoi posti sono molto carini 😉

  • Anche io approfitto delle pause al lavoro soprattutto mentre aspetto che si scaldi l’acqua per il tè 🙂

    Kia

  • Dolci Carloni

    E’ assodato che il letto è presente in tutti i post!

  • Deb LR

    Ciao, ogni tanto (soprattutto in questo ultimo periodo) anche a me è capitato di leggere al lavoro, soprattutto perché ero in ritardo con le letture e approfittando di qualche assenza ai piani alti xD

  • In alcune giornate calme anche io riesco a leggere qualche pagina a lavoro però lo faccio poche volte perché potrei diventare scontrosa se un cliente entrasse distogliendomi dalla lettura in un momento cruciale XD

  • Clarissa C.

    Ahahaha ti capisco benissimo anche a me piace ritagliarmi qualche minuto del mio tempo libero in pausa pranzo per leggere in ufficio. Lo tengo sempre sulla scrivania e ogni giorno il mio capo mi chiede: “cosa leggi di bello oggi?” Ormai lo sa anche lei che non sto senza libri ahahahaha

  • MariaSte

    Il letto come luogo di lettura è praticamente amato da tutti!

  • Susy

    Io leggo praticamente ovunque ed è bello vedere che noi tutte per qualsiasi posto va bene

  • Eleonora

    Invidio estremamente chi può leggere in terrazzo o in giardino, deve essere meraviglioso! <3

  • Anima in penna

    Il letto penso sia il preferito di tutte, al lavoro purtoppo non riesco a ritagliarmi mai un attimo per leggere 🙁

  • Manuela

    Io a lavoro proprio non posso leggere…

  • Giorgia Blabla

    Ma quel parco comunale è bellissimo!
    Condividiamo parecchi punti ^^
    Goditi le ferie <3
    -Blabla Letterario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui @lalettricecontrocorrente