Cinque classici che mi vergogno di non aver ancora letto

Buon venerdì amanti della lettura! Torna l’appuntamento settimanale con la rubrica ideata da Twins Books Lovers Oggi parliamo di un tema particolare, i cinque classici che mi vergogno di non aver ancora letto! E voi? Vi vergognate di non aver letto qualche capolavoro della letteratura? Fatemi sapere!

Io spero di porre rimedio molto presto!

Guerra e pace

guerra e pace

 

Guerra e pace di Lev Tolstoj è uno di quei classici che non ho mai letto e… sì mi vergogno profondamente! Ho adorato Anna Karenina ma non mi sono mai buttata su questo! Quest’anno sarà l’anno buono?

Il maestro e Margherita

margherita

 

Il maestro e Margherita di Michail Afanas’evič Bulgakov è uno di quei classici che ho in libreria da anni… ma non sono ancora riuscita a cominciarlo!

 

Frankestein

frankestein

Frankestein di Mary Shelly è un classico. Non l’ho mai comprato ed è incredibile quante battute si possano fare su questo personaggio senza aver mai letto il libro!

 

Il conte di Montecristo

il conte di Montecristo

Il conte di Montecristo di Alexandre Dumas l’ho cominciato anni fa… poi a causa di problemi ho dovuto interromperlo e non sono più riuscita a riprenderlo. E’ un rimpianto grosso!

L’insostenibile leggerezza dell’essere

l'insostenibile leggerezza

 

L’insostenibile leggerezza dell’essere di Kundera Milan è uno di quei libri entrati a far parte dei classici, l’ho visto così tante volte in libreria ma non l’ho mai acquistato.
E voi? Avete letto questi classici? Cosa ne pensate?

 

22 Comments

  1. Pingback: 5 classici che mi vergogno di non aver ancora letto | 5 cose che – Libri per due

  2. Frankestein mi è piaciuto moltissimo anche se l’ho letto a 12 anni ne ho ancora un vivido ricordo! Anche l’insostenibile leggerezza dell’essere l’ho trovato molto bello pur essendo una lettura strana. Gli altri mancano anche a me e devo rimediare!

  3. Ciao!! Tra quelli che hai citato ho letto solo Il conte di Montecristo, una lettura che mi ha portato via un bel po’ di tempo, impegnativa ma anche molto, molto, bella! Spero che tu riesca a riprenderlo in mano anche se capisco benissimo queste situazioni in cui ci si ritrova ad abbandonare un libro, non è mai semplice ricominciare, specialmente con un romanzo del genere. Tra gli altri vorrei leggere L’insostenibile leggerezza dell’essere e Il maestro e Margherita, lo scorso anno mi è balenata diverse volte in mente l’idea di leggerlo ma non sono ancora riuscita a farlo, spero di porre rimedio presto.

  4. Non ne ho letti 4 su 5. Bene XD
    Comunque Il Conte di Montecristo è molto molto bello. È uno di quei libri che ti spinge ad andare avanti fino alla fine, quindi ti consiglio di riprenderlo ma in un periodo in cui potrai dedicargli del tempo.

  5. “Il Conte di Montecristo” è stupendo, ti consiglio di recuperarlo appena puoi! 🙂 Gli altri invece (a parte “Frankenstein” che avevo letto alle superiori in inglese) non li ho letti neanche io e “Guerra e Pace” è anche nella mia lista.

  6. Hai citato il mio libro preferito di sempre, ovvero Il Maestro e Margherita.
    Tra questi mi mancano Guerra e Pace e L’insostenibile leggerezza dell’essere ma non credo li leggerò presto, specie il libro di Tolstoj che è veramente enorme!

  7. Bulgakov ce l’ho anche io ihih
    Frankestein te lo consiglio molto, a me era piaciuto!
    L’insostenibile leggerezza dell’essere, invece, mi fa troppa “paura”, non so se lo leggerò mai…

  8. Ciao! Guerra e pace è anche nella mia top5, un grande classico che un po’ spaventa, ma che spero entrambe recupereremo presto! 😉

    Sulle battute di Frankestein è vero, ma credo che leggendolo non calzino più poi così a pennello..mi fa questa impressione! ^^’

Rispondi