Cerca...
TOP

Stefania Auci vince il Premio Bancarella 2022

Stefania auci vince il premio bancarella 2022
Al termine della settimana intitolata “La #community nel libro: 70 anni di Premio Bancarella” arricchita da presentazioni di libri ed eventi culturali organizzati per festeggiare la 70esima edizione del Premio, Pontremoli, antica porta della Toscana, assegna il 70° Premio Bancarella al libro ” L’inverno dei leoni’ di Stefania Auci”, Editrice Nord, con 153 voti.
A seguire:
2) Paolo Roversi con “Black money”, Sem – con 83 voti;
3) Roberto Tiraboschi con “Il rospo e la badessa”, Edizioni E/O – con 78 voti;
4) Niccolò Palombini con ” Io non ho più più paura” Newton Compton Editori – con 73 voti;
5) Melania Soriani con ”Bly” Mondadori – con 65 voti;
6) Luigi Panella con “Nel nome di Dio ”, Rizzoli – con 55 voti;.
La conduttrice della serata, Carolina Sardelli, ha dato inizio alla manifestazione facendo salire sul palco il Sindaco di Pontremoli, Jacopo Maria Ferri, l’Onorevole Cosimo Maria Ferri e infine, il Presidente della Fondazione Città del Libro, Ignazio Landi, il quale ha salutato le autorità presenti e ha ringraziato tutti coloro che hanno lavorato all’organizzazione del Premio, tra cui le giovani leve Vittoria Guidetta Strömberg Speranza e Leonardo Musetti.
Presenti in platea il Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, Andrea Costa, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, il Colonnello Gabriele Di Guglielmo, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, Americo Di Pirro, il Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, la Vice Presidente della Provincia, Elisabetta Sordi, l’ On. Cosimo Ferri, il Vice Sindaco di Pontremoli, Clara Cavellini e le Autorità locali.
Comincia così il salotto con i sei autori finalisti, mentre alle loro spalle i rappresentanti delle due associazioni dei librai pontremolesi e delle bancarelle, Amanda Colombo e Alessandro Tarantola, il Presidente dei Librai pontremolesi Roberto Lazzarelli, il Presidente della Fondazione Città del Libro Ignazio Landi, il Segretario del Premio Bancarella Giuditta Bertoli, il Segretario del Premio Bancarella della Cucina Giuseppe Benelli, il Segretario del Premio Bancarellino, Enrico Polverini, sotto il coordinamento del notaio Sara Rivieri, danno avvio alle operazioni preliminari di scrutinio.
Sul palco anche il Presidente del Premio, Franco Di Mare, che ha ricevuto un riconoscimento dall’Ing. Barbieri di Edison e da Ignazio Landi.
Ospite d’onore della manifestazione l’affermato scrittore Andrea Vitali, che ha avuto un ricordo da Gianni Tarantola, Presidente del Rotary Lunigiana e dall’Ing. Bertolini del Gruppo Bertolini.
A seguire, la Fondazione Città del Libro ha voluto premiare con la Gerla d’Oro: Guido Tommasi – che ha ricevuto il premio da parte del Presidente dei Librai Pontremolesi; Sandro Ferri – assente per motivi di salute – e Stefano Bordigoni, premiato da Amanda Colombo.
Viene invitata sul palco l’autrice del manifesto del 70º Premio Bancarella, Serena Pruno, che la Fondazione Città del Libro ha voluto premiare con una targa ricordo.
Carolina Sardelli ha poi voluto ricordare la presenza sul palco di un’opera dell’artista Umberto Squarcia Jr, pontremolesi ma trapiantato a New York.
Un riconoscimento è stato assegnato dal Prof. Giuseppe Benelli e dal Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Enrica Isoppi, a Serena Pruno, che ha realizzato il manifesto del 70° Premio Bancarella.
A seguire, il Prof. Benelli ha chiamato sul palco lo scrittore Fabiano, in memoria di Andrea Camilleri, di cui ricorrono tre anni dalla morte.
Mentre alle spalle del palco il notaio Sara Rivieri procedeva con lo spoglio delle schede, Carolina Sardelli ha condotto con i sei finalisti un acceso dibattito, affrontando i temi dei sei libri che, anche grazie al contributo del Presidente del Premio, Franco Di Mare e dell’ospite d’onore, Andrea Vitali, ha spaziato dalle esperienze della malattia alla adozione, alla vita dei piccoli borghi.
Al termine della serata il notaio Rivieri legge i risultati e decreta vincitore del 70º Premio Bancarella Stefania Auci con “L’inverno dei leoni”, la quale, commossa e grata, ha ricevuto il San Giovanni di Dio.

«

»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segui @lalettricecontrocorrente