Cinque libri che ho regalato

Dopo un po’ di latitanza sono tornata con la rubrica Cinque cose che… ideata dal blog Twins Books Lovers. Oggi vi parlo di cinque libri che ho regalato e che quindi, mi stanno a cuore.

Confessione di un amore ambiguo

Confessione di un amore ambiguo - Angelo Di Liberto - 03

Ho regalato, o meglio, sto per regalare questo libro – state sintonizzati perché farò questo regalo ai lettori che mi seguono – perché fino ad ora è stato uno dei più belli letti nel 2018. Una storia d’amore, di tormento… un vero capolavoro in cui ogni parola trova il posto perfetto all’interno del romanzo  (QUI la recensione).

La famiglia Aubrey

La famiglia Aubrey - Rebecca West - Fazi editore

Ho regalato La famiglia Aubrey (Fazi Editore) perché Rebecca West ha un linguaggio, ricco, elegante e la storia di questa famiglia merita di essere conosciuta (QUI la recensione del primo volume).

 

Il sale

Il Sale - Jean Baptiste Del Amo

So che pensate che io sia monotona ma ho spedito (in regalo) questo libro pochi giorni fa. La buona letteratura va condivisa altrimenti non serve a nulla. Anche di questo capolavoro, targato Neo edizioni, ho parlato a lungo. (QUI la mia recensione).

Storie della Buonanotte per bambine ribelli

Storie della buonanotte per bambine ribelli

Ho regalato questo libro  (Mondadori) per Natale a una bambina di pochi mesi. E’ presto lo so, ma mi piaceva l’immagine dei genitori che si siedono a leggere a bassa voce, mentre la bimba guarda colori e immagini. (QUI la mia recensione).

Lettera a un bambino mai nato

lettera a un bambino mai nato

Ho regalato Lettera a un bambino mai nato (BUR) perché non tutti conoscono o ricordano la Fallaci scrittrice. Si pensa spesso a lei ricordando le sue (discutibili) teorie sull’Islam e dimenticando la profondità, il tormento e la capacità di raccontare e raccontarsi che aveva quando prendeva in mano la penna. Ho regalato questo libro a un uomo per mostrargli la maternità vista con gli occhi di una donna contraddittoria, forte e fragile.

8 Comments

  1. Maria Cristina Vicino

    L’idea di Storie della buonanotte per bambini ribelli è stata magnifica! La famiglia Aubrey è nella mia wish list, spero me lo regalino per il compleanno <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *