Nasce “La lettrice controcorrente”: il mio tuffo nella narrativa

La prima volta

La vita è fatta di prime volte. Alcune indimenticabili… altre non vorresti riportarle alla memoria nemmeno sotto tortura. Questa è una delle prime volte che non vorrei scordare: il mio primo post da lettrice controcorrente. Non ho mai scritto recensioni anche se lo desideravo da tanto tempo. Ora ho avuto finalmente il coraggio di mettermi in gioco ed ecco che è nata La lettrice controcorrente.

lettrice controcorrente

Le prime recensioni de…
la lettrice controcorrente

Il primo regalo che mi sono fatta è questo:  pubblicare le mie prime quattro recensioni. Magari non sarete d’accordo con me, oppure condividerete tutto. Che cosa aspettate a dirmelo?

Prima che sia domani (Mondadori) di Clare Swatman, un libro che mi ha fatto commuovere, in diversi passaggi ho pianto, e che mi ha fatto riflettere tanto. Non abbiamo sempre una seconda possibilità per aggiustare le cose. Quindi le strade sono due: o non le rompiamo, oppure cerchiamo di sistemarle subito.

Esilarante invece l’ultimo romanzo di Selvaggia Lucarelli, Dieci piccoli infami (Rizzoli) perché il suo sarcasmo, che tanto invidio, non è mai pesante o esagerato. Attraverso i dieci capitoli Selvaggia ci porta nel suo mondo e ci racconta gli incontri che l’hanno resa una persona peggiore, ovviamente le risate sono assicurate.

Senza nessun filo logico, altrimenti non sarei La lettrice controcorrente, sono passata ad Aspettami fino all’ultima pagina (Newton Compton Editori) di Sofìa Rhei. Una favola moderna ma soprattutto un viaggio interiore, verso quella persona che la protagonista non sospettava nemmeno di porter diventare.

E infine una vera chicca, Il mio nemico mortale (Fazi Editore) di Willa Cather. Un libro breve ma così intenso che mi ha lasciato senza parole. Cather, dipingendo i sentimenti di Myra in diverse fasi della vita, tocca le corde giuste e pochi autori sono in grado di farlo in sole 90 pagine.

Acquista su Amazon.it

Rispondi