Chi sono o chi vorrei essere

La lettrice controcorrente

La lettrice controcorrente si chiama Alessandra.

Ma visto che non mi piace parlare di me in terza persona, dirò che oltre a chiamarmi così, ho la fortuna di svolgere uno dei mestieri più belli del mondo: la giornalista.

Vivo in due mondi, come Rory di Gilmore Girls: uno fatto di libri e uno fatto da persone straordinarie.

Adoro leggere fin da bambina, da Topolino al libro Cuore, dalle riviste alle saghe. Adoro i romanzi, quelli che fanno piangere, quelli che vorrei non finissero mai, quelli che avrei voluto scrivere io. Non amo i thriller, né i gialli ma ho letto e apprezzato anche libri di questo genere.

Perché la lettrice controcorrente?

Shakespeare and company - La lettrice controcorrente a Parigi 05

Essere controcorrente significa tante volte essere contro la mia stessa opinione. Odio il caldo ma sono la persona più freddolosa che io conosca, adoro i miei capelli

ma odio pettinarli, amo la solitudine ma cerco la compagnia, amo le sorprese ma odio non poter controllare tutto. Essere controcorrente per me vuol dire essere sempre fuori dalle righe.

Questo blog nasce nel momento più buio della mia vita e come spesso accade, è nei momenti più difficili che si prendono le decisioni più coraggiose. Questo blog è il mio pensiero felice, e spero che possa esserlo per chiunque ci si imbatta.

Ho sempre vissuto la lettura come un momento solitario, ma ora vorrei condividere “ad alta voce” le mie impressioni, farmi consigliare, discutere e magari anche cambiare idea.

Cosa amo

Amo la mia famiglia, gli amici, l’Entella, il mio lavoro, i libri e il loro odore, la Val d’Aveto e… la pizza.  Non necessariamente in quest’ordine ma amo discutere, ridere, piangere, andare al cinema e guardare gli stessi film anche cento volte.

Cosa odio

Chi non riesce mai a guardare le cose da un punto di vista diverso dal proprio, l’ignoranza e le decisioni definitive.

Cosa troverete in queste pagine

Innanzitutto il motivo principale per cui – credo – siete venuti a trovarmi: le recensioni che ora potrete comodamente consultare anche attraverso i nuovi indici ripartiti per autore o per casa editrice.

Da buona giornalista, non poteva mancare un angolo dedicato alle interviste agli autori, quello dedicato alle novità letterarie che più mi hanno colpito o lo spazio dedicato a premi e manifestazioni organizzati nella mia terra e su scala nazionale.

Infine (o almeno finché la mia testolina non partorirà qualche nuova curiosità per i miei lettori) due piccoli spazi da sfogliare in leggerezza: quello dedicato alle rubriche (come “5 cose che“, ideata dal blog Twins Book Lovers) e i miei pensieri in libertà. Di cosa si tratta? Di tutto ciò che non avrei saputo catalogare altrimenti, ma che riguarda comunque l’universo letterario e potrebbe risultare interessante.

Per continuare a seguirmi, vi invito ad iscrivervi gratuitamente alla mia newsletter e a dare un’occhiata ai miei profili social di cui trovate i link in ogni pagina (sopra al mio logo) o in quella dedicata a contatti e collaborazioni.